Installazione e Manutenzione

Linee guida sull'installazione interna, esterna o ad incasso; manutenzione e trattamento acqua

Interno o terrazza

Minipiscina spa installazione terrazza

Per prima cosa bisogna accertarsi che il pavimento su cui si vuole appoggiare la minipiscina idromassaggio sia idonea a supportare un peso di 500kg/metro quadrato. Ciò perché la spa riempita di acqua e con le persone all'interno diventa molto pesante. Per caricare di acqua la vasca solitamente è sufficiente portare una canna dell'acqua flessibile, quindi non è indispensabile predisporre delle tubazioni fisse per il caricamento dell'acqua.
Per quanto riguarda lo scarico dell'acqua, sulla parte laterale bassa della mini piscina idromassaggio è predisposto uno specifico collegamento che può essere collegato in modo permanente con una valvola da predisporre sul posto o collegando direttamente un tubo flessibile all'occorrenza. In entrambi i casi bisogna fare attenzione a rispettare una pendenza minima per poter far fuoriuscire l'acqua dalla vasca, altrimenti è necessario dotarsi di una pompa per far salire l'acqua del dislivello in questione. È consigliato predisporre nella pavimentazione delle griglie per lo scolo dell'acqua che dovesse fuoriuscire dalla vasca durante l'utilizzo della stessa o semplicemente a causa dell'acqua che cade dalle persone che escono dalla mini piscina.
È inoltre caldamente consigliato di predisporre una pavimentazione con grado di antiscivolamento idoneo, al fine di evitare che le persone, normalmente scalze, possano scivolare e farsi del male. Nel caso la minipiscina spa venga posta in un ambiente chiuso, assicurarsi che vi sia una buona ventilazione e ricambio dell'aria al fine di evitare che l'umidità possa intaccare e rovinare intonaci, mobili ecc. Nel caso si rendesse necessario è consigliato di installare una macchina per deumidificare l'ambiente.

 

Esterno

Anche in questo caso è necessario accertarsi che la superficie su cui verrà posata la minipiscina sia idonea a sorreggerne il peso; qualora fosse necessario fate predisporre una soletta in cemento. Per il carico e scarico dell'acqua utilizzate le stesse modalità spiegate sopra.

Allacciamento elettrico

Per il collegamento elettrico affidatevi ad un elettricista qualificato seguendo le istruzioni riportate sul manuale, gli schemi elettrici riportati all'interno del vano elettrico e le normative vigenti in base al locale e alla nazione in cui viene installata la minipiscina spa.

 

Installazione ad incasso

Nel caso in cui si voglia effettuare questo tipo di installazione è necessario tenere a mente alcuni accorgimenti. Innanzitutto non vanno rimossi i pannelli laterali, i quali hanno una importante funzione per la sicurezza e risparmio energetico e rumorosità. Inoltre intorno alla minipiscina spa deve essere mantenuto uno spazio tale da poter aprire i pannelli laterali ed eseguire le manutenzioni. Quindi il pavimento intorno alla mini piscina deve essere rimovibile per una distanza di almeno un metro.

Movimentazione

Le nostre spa vengono consegnate su un pallet in posizione verticale. In questo modo è possibile movimentare facilmente il bancale utilizzando un carrello o trans pallet. I modelli Iberia e Sant'Andreas sono larghi non più di 85 cm il che li rende adatti per passare attraverso le porte d'ingresso. Durante la fase di movimentazione dotarsi del numero di persone e degli strumenti idonei considerando il peso della vasca che si va a spostare.

 

Manutenzione

Le nostre minipiscine idromassaggio spa sono costruite in modo da ridurre al minimo le manutenzioni. L'utilizzo normale consiste più che altro nel porre attenzione allo stato dell'acqua (vedi paragrafo successivo) utilizzando dei prodotti idonei per il suo mantenimento. Per quanto riguarda la pulizia e disinfezione della vasca utilizzare sempre prodotti specifici per vasche idromassaggio. Ad inizio stagione alla prima accensione fate controllare ad un tecnico che non via siano perdite di acqua, eventualmente far stringere i raccordi o sostituire le relative guarnizioni.
È buona norma utilizzare acqua addolcita nella spa per assicurare una lunga vita a tutte le parti della vasca, ridurre gli interventi di manutenzione al minimo e per facilitare la pulizia. Qualora si abbia a disposizione solo acqua dura non addolcita si potranno utilizzare dei prodotti specifici per ridurre la formazione di incrostazioni da mettere direttamente nell'acqua della minipiscina: vanno sempre utilizzati prodotti specifici per vasche idromassaggio. Se la vasca è posta all'esterno posate sempre la copertura sopra di essa quando non utilizzata. Prima della stagione invernale, qualora non utilizzaste la vasca a lungo, svuotarla completamente aprendo le valvole poste sulle pompe in modo da far fuoriuscire l'acqua anche dalle tubazioni interne.

Trattamento acqua

Le condizioni di base per mantenere l'acqua della spa pulita sono la rimozione meccanica dello sporco e la miscela di sostanze chimiche in acqua con ricircolo d'acqua continuo. Tutti i nostri apparecchi sono composti da una pompa e un filtro specifico per questo scopo. Il filtro rimuove la sporcizia interna o sulla superficie dell'acqua. Vengono utilizzati filtri di carta o di tessuto filtrante. Lo sporco sedimentato nella parte inferiore della spa idromassaggio viene filtrato con l'aiuto di movimenti di aspirazione e di agitazione creata dalle pompe idromassaggio e ricircolo.
È buona regola svuotare, pulire e riempire la spa con acqua pulita frequentemente e pulire la cartuccia del filtro almeno una volta al mese; Inoltre gli utilizzatori della spa dovrebbero fare una doccia prima di entrare senza usare saponi, questo al fine di evitare quanto possibile l'accumulo di oli, saponi o creme nell'acqua.

L'acqua della vasca sarà pulita e chiara se le sue componenti chimiche sono in equilibrio:

  1. pH: Il primo indicatore importante è il valore del pH dell'acqua. Il pH viene misurato in una scala tra 0-14 dove 7 è il valore neutro. Sotto tale livello l'acqua è acida, sopra di esso alcalina. Il valore del pH dell'occhio umano è di circa 7.5, sotto a 7.2 e superiori a 7,8 l'acqua brucia gli occhi dei bagnanti. L'esperienza ha dimostrato che la maggior parte dei problemi sono causati da un valore troppo alto del pH. Un valore non corretto riduce l'effetto del disinfettante. Trovate in commercio diversi sistemi per il controllo del pH, da piccole cartine a piccoli congegni elettronici, l'importante è tenere monitorato questo valore. Nel caso il pH fosse troppo basso o troppo alto applicate all'acqua il relativo prodotto nelle quantità suggerite per riportare il pH al valore corretto. Il numero massimo di trattamenti dell'acqua è normalmente indicato nell'etichetta del prodotto utilizzato oltre il quale è necessario fare una disinfezione della vasca, svuotarla e riempirla nuovamente con acqua nuova.
  2. Durezza dell'acqua: La durezza dell'acqua è determinata dalla quantità di sali di calcio e magnesio disciolti nell'acqua. Acque dure contengono un livello eccessivo di questi sali disciolti e, quindi, possono formare incrostazioni che possono causare danni significativi sia per le pareti della minipiscina, tubazioni, filtri e alle unità di riscaldamento e pompe. La durezza dell'acqua non può essere ridotto con l'aggiunta di sostanze chimiche, ma la formazione di incrostazioni può essere impedito.
  3. Disinfezione: I microrganismi (batteri, alghe, funghi, virus) non possono essere visti ad occhio nudo, essi entrano nell'acqua attraverso pioggia, vento e il corpo dei bagnanti. Se non sono eliminati passano da una persona all'altra attraverso l'acqua (e possono causare malattie ed infezioni). Questi microorganismi rendono l'acqua della spa opaca. Il più delle volte – è sufficiente utilizzare bromino o ossigeno attivo nelle quantità corrette per eliminarli.
  4. Schiuma: La schiuma è un agglomerato di bolle e contaminanti che si trova sulla superficie dell'acqua. E 'in gran parte causata dalla miscelazione dello sporco, cosmetici, lozioni per la cura del corpo, ecc, che si trovano sulla pelle umana e sostanze chimiche. Mette in pericolo la pulizia e trasparenza dell'acqua. Esistono prodotti appositi anche per il questo tipo di trattamento.
  5. Analizzatori dell'acqua: Ci sono diversi tipi di analizzatori di acqua, che sono per lo più utilizzati per misurare l'effetto di disinfettanti e sostanze chimiche. Ad esempio, box contenenti compresse e misurini graduati o indicatori tornasole di carta in scatola.